Covid, Bianchi: "Terza dose? Dopo 80enni priorità ai prof"

·1 minuto per la lettura
(Photo by Roberto Serra - Iguana Press/Getty Images)
(Photo by Roberto Serra - Iguana Press/Getty Images)

"Ho richiesto che dopo gli 80enni, cioè quelli più fragili, siano ancora una volta gli insegnanti ad avere la priorità assoluta per la terza dose" di vaccino. A dirlo il ministro dell'Istruzione, Patrizio Bianchi, a margine della cerimonia regionale d'inaugurazione dell'anno scolastico 2021/2022 in Puglia, che si svolge nel Castello Svevo di Trani.

Il ministro ha annunciato che il generale Francesco Figliuolo "mi ha garantito che dopo gli 80enni tutti gli insegnanti saranno assolutamente in priorità". Nella scuola, ha detto, "siamo al 94,4% di prima dose e al 91,5% di seconda dose".

GUARDA ANCHE: Covid 19 e terza dose di vaccino: tutte le risposte alle domande più frequenti: a chi è raccomandata? Quando farla? Che vaccino si usa?

In Italia il via alla vaccinazione con terza dose è stato dato il 20 settembre 2021 e ha interessato circa tre milioni di pazienti “fragili”. Dal 27 settembre è stata approvata anche la terza dose per over 80, Rsa, e sanitari e sono sempre di più gli esperti che ribadiscono la necessità di estendere la terza dose di vaccino anti-Covid al resto della popolazione il prima possibile.  

Il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, intervistato da Radio Capital, ha fatto sapere che è pensabile che la terza dose interesserà tutti i cittadini a partire da gennaio, con il richiamo che verrà “scaglionato in base a quando è stata somministrata la prima e la seconda dose".

GUARDA ANCHE: Terza dose di vaccino per tutti: ecco perché e quanto dura l'immunizzazione

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli