Bianzè, vicino di casa tenta di uccidere un uomo con una bombola del gas: 63enne arrestato

·2 minuto per la lettura
Tentato omicidio in provincia di Vercelli
Tentato omicidio in provincia di Vercelli

Un tentato omicidio è avvenuto a Bianzè, paese che si trova in provincia di Vercelli. Un uomo di 63 anni è accusato di aver provato a togliere la vita a un’altra persona. La vicenda è accaduta domenica 15 agosto 2021 intorno alle ore 12.

Tentato omicidio in provincia di Vercelli, cosa è accaduto

Un 63enne è stato fermato dai carabinieri dopo aver tentato di uccidere il vicino di casa. L’uomo, come riportato dalle indagini delle forze dell’ordine, ha inserito un tubo all’interno della parete di casa, collegato a una bombola del gas. La persona è rientrata nell’appartamento dopo aver fatto la spesa in un supermercato della zona, ma al rientro a casa ha avvertito un forte odore di gas provenire dal cortile. Successivamente si è accorto che il problema proveniva dall’esterno, poi la scoperta della bombola di gas e del tubo in gomma.

Tentato omicidio in provincia di Vercelli, la situazione

Dopo quanto scoperto l’uomo ha chiamato i vigili del fuoco e i carabinieri che sono giunti sul posto per dare il via alle indagini. Nel frattempo l’abitazione è stata messa in sicurezza. Intanto le attività investigative hanno accertato le responsabilità del vicino con cui l’uomo aveva avuto dei problemi in passato. Il responsabile dell’episodio, vista la gravità del reato e la possibile reiterazione, è stato condotto in carcere.

Tentato omicidio in provincia di Vercelli, altri episodi

Non si tratta dell’unico grave episodio accaduto di recente. Un uomo di 70 anni ha chiamato il 118 affermando di essere pronto a togliersi la vita, dopo aver già ucciso la moglie di 41 anni e la figlia di 15 anni. In seguito alla telefonata ricevuta, il 118 ha allertato i carabinieri della compagnia di San Donato Milanese che hanno rapidamente raggiunto l’abitazione dell’uomo e hanno rinvenuto al suo interno tre cadaveri. L’episodio è accaduto a Carpiano, in provincia di Milano.

Una vera e propria tragedia si è consumata nella serata di sabato 14 agosto 2021 nei pressi di un appartamento di Treviglio, in provincia di Bergamo. In una casa, sita in via Bernardino Butinone, si è consumato un omicidio. Una ragazza di 15 anni ha ucciso la madre infliggendole una coltellata alla schiena, al culmine di un litigio scaturito per motivi in corso di accertamento.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli