Biasotti lascia Forza Italia: volevano che attaccassi Toti

Fos

Genova, 18 ott. (askanews) - Il senatore e coordinatore ligure di Forza Italia, Sandro Biasotti, lascia il partito. E' stato lui stesso ad annunciarlo in un'intervista a Il Secolo XIX, che ieri aveva pubblicato un'indiscrezione secondo cui Forza Italia avrebbe deciso di affidare il ruolo di coordinatore regionale al deputato Giorgio Mulè.

"Sono io - dichiara Biasotti al quotidiano genovese - che me ne vado. Sono ancora formalmente il coordinatore regionale e nessuno mi ha comunicato niente ma sono io che ho scritto sabato a Silvio Berlusconi per dirgli che non condivido la linea di attaccare il governatore Giovanni Toti e che mi sarei fatto da parte se questa fosse rimasta la direttiva".

"Avevo fatto la scelta - ricorda l'ex governatore della Liguria - di restare in Forza Italia quando è nata Cambiamo. E non l'ho fatto per interesse, perché è un partito in declino. L'ho fatto per affetto e per la mia storia. Ma se mi chiedono di scegliere tra la mia terra e il partito - conclude Biasotti - io sto con la Regione".