Bibbiano, Bonafede: no banca dati su orientamento sessuale

Ska

Roma, 25 lug. (askanews) - "Deve essere chiaro a tutti che nel nostro paese nostra, nella nostra democrazia e con la nostra Costituzione non ci potrà mai essere spazio per banca dati che possa per censire cittadini per orientamento sessuale, credo che si questo possiamo considerarci tutti d'accordo". Così il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede nel corso di un question time al Senato.

Il senatore Alberto Balboni (Fratelli d'Italia) ha affermato che a suo avviso a Bibbiano sono stati affidati alcuni bambini a coppie o single gay per "pregiudizio ideologico a favore di affidatatri gay" e invece "secondo noi un bambino ha bisogno di una madre e un padre".

Il Guardasigilli ha sottolineato che le valutazioni circa l'idoneità genitoriale "sono fatte nel caso concreto dagli addetti ai lavori: noi dobbiamo avere un occhio di controlo su ciò che accade. Non ci sono dubbi che la bigenitorialità sia un criterio preferenziale, come già previsto dalla legge e dalle linee guida. Bisogna quindi colamre la normativa quando va colmata, ma cercare anche di far applicare correttamente, e vigilare sulla corretta applicazione, le leggi vigenti".