Bibbiano: Don Fortunato Di Noto, 'come si può dire che è solo un episodio?'

webinfo@adnkronos.com

"Come si può dire che la vicenda di Bibbiano sia 'un episodio'! No, non è così... ci sono bambini, storie umane. Non sono episodi, ma storie interrotte, manipolate, violate doppiamente". E' il commento accorato di don Fortunato di Noto, fondatore dell'Associazione Meter, noto per la sua lotta contro la pedofilia e la tutela dell'infanzia in Italia e nel mondo, su quanto postato da Enrico Mentana sulla sua pagina Facebook.  

Don Fortunato prosegue e spiega il suo pensiero, citando le parole di Costanza Miriano: "Sono una lunga serie di fatti che sono l'esito conseguente, per quanto estremo, di un impianto culturale che ha radici profondissime in una determinata area ideologica. Smettiamola - esclama - con onestà intellettuale e nel rispetto di un pianto, delle lacrime di chi soffre o ha sofferto....".  

Lo scorso 14 luglio, Enrico Mentana sulla sua pagina Facebook, commentando un falso video circolato in rete erroneamente, associato allo scandalo di Bibbiano, scriveva: "Voi tutti sapete che è in corso una squallida speculazione su quella brutta vicenda di Bibbiano, della quale nei giorni degli arresti ci siamo doverosamente e ampiamente occupati tutti, senza omettere nessun aspetto dell'inchiesta. Per evidenti interessi mandrie di haters e troll, di avvelenatori di pozzi chiedono che se ne parli all'infinito, come se fosse una vicenda in divenire. Quell'ansia di vetriolo però, come le bugie, ha le gambe corte: e ecco qua un esempio".