Bibbiano: per i bambini innocenti, sabato 7 mobilitazione a Roma

webinfo@adnkronos.com

(di Roberta Lanzara) - "Scardinare il sistema delle sottrazioni dei minori e di corruzione emerso dall'inchiesta Angeli e demoni a Bibbiano; demolire un apparato in cui Bibbiano non è un fatto isolato ma esteso all'intero Paese; abbattere l'inquisizione dei giudici minorili e dei servizi sociali, perché i bambini appartengono alle Famiglie, non agli Stati Centrali". Sono gli obiettivi con cui le associazioni impegnate nella difesa dei bambini ingiustamente sottratti e dei loro genitori scenderanno in piazza, coese, a Roma sabato 7 settembre dalle 15 alle 18 in Piazza della Madonna di Loreto nei pressi dell'Arco di Traiano. Dimostrazioni pubbliche saranno previste in contemporanea in altri paesi europei, a quanto apprende l'Adnkronos. 

"Molti genitori da anni combattono per riabbracciare i propri figli ingiustamente e immotivatamente loro sottratti: minori senza colpa e vittime di allontanamenti coatti - affermano dal Comitato organizzatore - Dagli atti dell’inchiesta emergono abusi sui minori da parte delle famiglie affidatarie.Tutto questo, all’improvviso e miracolosamente, è emerso dall’inchiesta 'Angeli e Demoni' i cui fatti non sono però isolati", sostiene il Comitato, secondo cui "appare chiara l’esistenza di un 'sistema' sia in Italia che in Europa di 'ladri di bambini'". 

Tra gli obiettivi da conseguire promossi nel raduno: "la chiusura dei tribunali per i minorenni e l'istituzione di un tribunale della famiglia, con personale specializzato e formato continuamente sui temi dei conflitti di coppia, mediazione, abusi e pedofilia; l’abolizione dell’art.403 del Codice Civile, ovvero l’intervento urgente di 'messa in sicurezza' del minore a mezzo dei servizi sociali del Comune, che possono agire, semplicemente, su segnalazione di una terza persona e dopo aver riferito al Sindaco, ottenendo l’eventuale supporto della forza pubblica". 

E ancora: "aiuti per le famiglie in difficoltà economica o con disagio sociale; supporto e risarcimento danni per gli allontanamenti illeciti; ispezioni a tappeto e riapertura dei fascicoli per riesaminare questioni controverse, al fine di far ritornare i bambini nelle loro famiglie di origine". A promuovere la manifestazione: il Comitato per la Protezione delle vittime e degli abbandonati dallo Stato; Associazione Donne per la sicurezza; Associazione Electra & Jacopo; Associazione Gesef 'Minori sottratti';Themis & Metis; Giovanna D'Arco Onlus; Realtà nuova; Viittima del Sistema.