Bicocca, a un anno dal dottorato 86% trova lavoro

webinfo@adnkronos.com

A un anno dall’acquisizione del titolo di dottorato, lavora quasi l’86 per cento dei dottori di ricerca dell’Università di Milano-Bicocca che hanno conseguito il titolo nel 2017. Meglio del dato nazionale che si ferma all’84 per cento. Lo rivela l’indagine occupazionale sui dottorati di ricerca dell’Ateneo presentata oggi durante il workshop “Dottorato e imprese”.  

L’iniziativa inaugurerà i ”Bicocca Job Days”, la settimana dedicata all’incontro tra domande e offerte di lavoro, giunta alla quinta edizione. Più di cento le aziende coinvolte nelle giornate tra il 14 e il 17 ottobre. Green, digital e multiculturali, ecco come saranno i mestieri del futuro. Studenti, laureati e dottori di ricerca dell’Università di Milano-Bicocca avranno la possibilità di scoprire come cambia il mondo del lavoro e quali mosse adottare per trovare l’occupazione ideale.  

Dopo la giornata dedicata ai dottori di ricerca, con un focus sui dottorati industriali come motore di innovazione per le aziende, il 15 ottobre sarà la volta dell’imprenditorialità giovanile, con “PianoBi”, organizzato da iBicocca, il progetto dell’Ateneo dedicato alla diffusione della cultura dell’innovazione. Una giornata in cui i partecipanti potranno mettersi alla prova con business game e lavorare come una startup, scoprire come farsi notare su Linkedin e imparare le tecniche di public speaking.  

Mentre il 16 ottobre le competenze digitali, le soft skills, la multiculturalità e l’innovazione saranno al centro del convegno “Il futuro dei lavori”. Un dialogo tra esperti di aziende e studenti per cogliere e affrontare le sfide del mercato del lavoro.  

Tante aziende ed enti alla ricerca di figure professionali qualificate saranno presenti all’Università Bicocca giovedì 17 ottobre per il Career Day. Molte anche le opportunità di stage e lavoro all’estero. Ospite dell’evento, dalle 14 alle 15, Mauro Casciari, con il talk “E adesso che faccio?”. Il comico, conduttore, attore ed ex Iena incontrerà gli studenti per parlare dei cambiamenti del mondo del lavoro, in particolare del settore della comunicazione.