Bidello morto dopo il vaccino: nessun nesso evidente tra decesso e Astrazeneca

·1 minuto per la lettura
bidello morto vaccino afragola autopsia
bidello morto vaccino afragola autopsia

Vincenzo Russo, un collaboratore scolastico di 58 anni residente ad Afragola, in provincia di Napoli, è morto dopo aver effettuato il vaccino Covid Astrazeneca. In verità, i primi risultati dell’autopsia effettuata presso il secondo policlinico di Napoli, non avrebbero evidenziato alcun nesso tra il vaccino e il decesso dell’uomo. Per ora si attendono i risultati di ulteriori esami, tra cui quello istologico. Il signor Russo era stato vaccinato lo scorso 7 marzo con la prima dose di Astrazeneca, per morire solamente tre giorni dopo.

Afragola, muore dopo vaccino Covid

Vincenzo Russo è morto poco dopo essersi vaccinato. L’uomo lavorava presso la scuola Viviani di Casalnuovo (Napoli). Soffriva di problemi cardiovascolari. Nel 2018 il 58enne si stava curando a causa di una trombosi venosa alla gamba. L’uomo si era sottoposto alla prima dose di vaccino Astrazeneca presso il centro allestito alla Mostra d’Oltremare lo scorso 7 marzo. Il giorno dopo era andato regolarmente a lavorare, ma era stato costretto a tornare a casa in seguito a un malessere. Inizialmente, Russo aveva avvertito brividi di freddo e, in seguito, indolenzimento.

Si è infine aggravato

In pochi giorni le condizioni di Vincenzo Russo si erano particolarmente aggravate, accusando anche dolori addominali. Data la situazione, era stato chiamato il 118. Vincenzo era stato ricoverato ad Acerra presso la clinica Villa dei Fiori. Il decesso è avvenuto lo scorso 10 marzo. I familiari di Russo hanno presentato denuncia. Il corpo è stato sequestrato dagli agenti del commissariato di Acerra come disposto dalla procura di Nola.