Biden accusa Russia di minacce nucleari "irresponsabili", violazione Statuto Onu

Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, durante un intervento alla sede centrale dell'Onu a New York

NAZIONI UNITE (Reuters) - Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, ha accusato la Russia di aver violato i principi fondamentali dell'appartenenza alle Nazioni Unite invadendo l'Ucraina e ha affermato che Mosca sta minacciando "irresponsabilmente" di usare armi nucleari.

Parlando all'Assemblea generale dell'Onu a New York, Biden ha criticato il presidente russo Vladimir Putin per aver iniziato una guerra non provocata contro la quale circa 40 membri delle Nazioni Unite stanno aiutando l'Ucraina a combattere attraverso finanziamenti e armi.

"Un membro permanente del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite ha invaso il proprio vicino, ha tentato di cancellare uno Stato sovrano dalla carta geografica. La Russia ha spudoratamente violato i principi fondamentali dello Statuto delle Nazioni Unite", ha detto Biden.

Questa mattina Putin ha ordinato una mobilitazione russa per combattere in Ucraina e ha minacciato in modo poco velato di usare armi nucleari, in quello che la Nato ha definito uno "sconsiderato" atto di disperazione in reazione all'incombente sconfitta russa.

"Una guerra nucleare non può essere vinta e non deve mai essere combattuta", ha detto Biden.

Biden ha affermato che nessuno ha minacciato la Russia, nonostante le dichiarazioni di Mosca, e che solo la Russia ha cercato il conflitto. Ha poi ribadito che gli Stati Uniti saranno solidali con l'Ucraina.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Francesca Piscioneri)