Biden chiama al telefono anche Netanyahu, dopo un lungo ritardo

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 17 feb. (askanews) - Dopo quasi un mese dal suo insediamento come presidente degli Stati Uniti, alla fine Joe Biden ha chiamato al telefono anche Benjamin Netanyahu: il ritardo è stato interpretato quasi unanimamente come un segnale del rapporto molto più freddo della nuova amministrazione democratica Usa con il leader israeliano rispetto a quella dell'ex presidente Donald Trump.

"È stata una buona telefonata", ha riferito Biden in modo laconico ai giornalisti nell'Ufficio Ovale, secondo quanto riporta la Cnn. La telefonata a Netanyahu è la prima con un leader in Medio Oriente, ma arriva dopo una dozzina di altre chiamate a diversi leader mondiali.

Molto più entusiasta la versione fornita da Netanyahu in un suo thread di tweet: secondo il premier israeliano - che ha postato una sua foto sorridente al telefono la conversazione sarebbe stata "molto calorosa e amichevole", sarebbe durata circa un'ora e avrebbe toccato "i futuri progressi degli accordi di pace" in Medio Oriente e "la minaccia iraniana", oltre alla pandemia da coronavirus.