Biden incontra i dirigenti di Big Tech, finanza ed energia per rispondere ai cyberattacchi

·2 minuto per la lettura

Anche gli Stati Uniti hanno subito diversi grossi attacchi informatici che hanno portato in emersione l'urgenza stringente di un adeguamento delle risorse per contenere le minacce, tanto nel settore pubblico quanto in quello privato. Dopo l'attacco alla società di software SolarWinds che, secondo i dati forniti dall'azienda statunitense, ha colpiti circa 18.000 clienti, tra cui vari Dipartimenti degli Stati Uniti come Giustizia, Tesoro, Stato, Energia e Sicurezza interna e l'hack ransomware che ha costretto la Colonial Pipeline a chiudere per diversi giorni il proprio oleodotto che rifornisce circa la metà della costa orientale del paese e città come Atlanta, Washington e New York, il presidente Joe Biden ha stabilito un programma d'azione che prevede, la prossima settimana, un incontro con i massimi dirigenti di alcune delle più grandi aziende di tecnologia, servizi finanziari, assicurazioni, energia e istruzione.

Biden incontrerà i CEO di Amazon, Apple, JPMorgan Chase, Bank of America, Travellers, Pacific Gas and Electric Company e altri per raccogliere idee e modalità per mettere in sicurezza i sistemi informatici degli Stati Uniti. Le sessioni di lavoro saranno tre. La prima sessione di approfondimento includerà i leader dei servizi energetici, idrici e finanziari in una discussione sulla resilienza delle infrastrutture critiche. I colloqui saranno guidati dal segretario del Dipartimento per la sicurezza interna Alejandro Mayorkas e dal segretario per l'Energia Jennifer Granholm. La seconda parte dell'incontro includerà invece i leader tecnologici e assicurativi sul tema della costruzione di una cybersecurity stabile e durevole sotto la conduzione del segretario del Dipartimento del Commercio Gina Raimondo e dallo Small Business Administrator Isabel Guzman. La terza sessione tratterà della Cybersecurity Workforce con i leader dell'istruzione e sarà guidata dal National Cyber Director Chris Inglis.

Un alto funzionario dell'amministrazione ha spiegato ai giornalisti che, a seguito di questi incontri, emergeranno passi concreti per rafforzare le pratiche di sicurezza informatica. L'obiettivo sarà di affrontare le cause alla radice degli attacchi, come le vulnerabilità nelle infrastrutture critiche e i 500mila posti di lavoro nella sicurezza informatica negli Stati Uniti. Il Paese deve puntare a integrare la sicurezza informatica in tutte le tecnologie, anche a seguito delle azioni avviate a maggio dall'amministrazione Biden che ha firmato un ordine esecutivo per rafforzare la sicurezza del software governativo obbligando i fornitori di servizi IT a segnalare attacchi e semplificando la condivisione delle informazioni.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli