Biden: missile che ha ucciso due persone in Polonia potrebbe non arrivare da Mosca

Il presidente Usa Joe Biden parla alla stampa a Bali, in Indonesia

VARSAVIA (Reuters) - Il missile che ieri sera ha ucciso due persone in Polonia probabilmente non è stato lanciato dalla Russia, ha detto il presidente degli Stati Uniti Joe Biden dopo aver avuto colloqui con i leader degli alleati occidentali, nel timore che il conflitto in Ucraina possa estendersi ai Paesi vicini.

L'esplosione di ieri in un impianto per la produzione di cereali vicino al confine ucraino è avvenuta mentre la Russia ha scatenato un'ondata di missili contro le infrastrutture energetiche ucraine, attacchi che secondo Kiev sono stati i più pesanti in quasi nove mesi di guerra.

Il ministero degli Esteri polacco ha dichiarato che il razzo è caduto a Przewodow, un villaggio a circa 6 km dal confine con l'Ucraina.

Secondo i funzionari statunitensi, le informazioni iniziali suggeriscono che il missile che ha colpito la Polonia è stato sparato dalle forze ucraine contro un missile russo in arrivo, in base a quanto scritto da Associated Press.

In precedenza, il presidente polacco Andrzej Duda aveva detto alla stampa che si trattava "molto probabilmente di un missile di fabbricazione russa", ma che non vi erano prove concrete di chi lo avesse lanciato e che l'incidente era un caso isolato.

Un residente che ha preferito non essere identificato ha detto che le due vittime erano uomini che si trovavano vicino all'area di pesatura di un impianto di cereali.

Il ministero della Difesa russo ha negato che alcun missile russo abbia colpito il territorio polacco, descrivendo tali notizie come "una provocazione deliberata volta a far degenerare la situazione". Il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov ha detto di non avere informazioni su un'esplosione in Polonia.

Qualsiasi attacco russo contro la Polonia potrebbe rischiare di allargare il conflitto tra Russia e Ucraina, dal momento che i Paesi Nato si sono impegnati alla difesa collettiva ai sensi dell'articolo 5 del Trattato stesso.

Biden ha convocato una riunione di diversi leader riuniti sull'isola indonesiana di Bali, in occasione di un vertice del G20, per discutere l'incidente. Vi hanno partecipato i leader di Germania, Canada, Paesi Bassi, Spagna, Italia, Francia e Gran Bretagna, oltre al Giappone - nazione non appartenente alla Nato - e ai rappresentanti dell'Unione europea.

Alla domanda se fosse troppo presto per determinare se il missile fosse stato lanciato dalla Russia, Biden ha risposto: "Ci sono informazioni preliminari che lo contestano. Non voglio dirlo fino a quando non avremo indagato completamente, ma è improbabile, in base alla traiettoria, che sia stato lanciato dalla Russia, ma vedremo".

Gli Stati Uniti e i Paesi della Nato indagheranno a fondo prima di agire, ha aggiunto Biden.

Gli ambasciatori della Nato dovrebbero incontrarsi nuovamente oggi.

I funzionari polacchi a Varsavia hanno detto che il loro governo probabilmente chiederà una riunione della Nato ai sensi dell'articolo 4 del trattato per le consultazioni tra gli alleati, e solleverà la questione anche oggi durante una riunione del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite.

(Tradotto da Enrico Sciacovelli, editing Francesca Piscioneri)