Biden prepara warning alle aziende Usa, rischioso operare a Hong Kong

·2 minuto per la lettura
HONG KONG, CHINA - 2021/06/22: Pedestrians wearing facemasks as a precaution against the spread of covid-19 walk past a screen reporting the weekly press conference of Carrie Lam, Hong Kong's chief executive, in Tsim Sha Tsui district.
Lam said that foreign governments are beautifying acts that endanger national security in their criticisms of the police crackdown on pro-democracy newspaper Apple Daily, days after five were arrested and assets linked to the newspaper frozen. (Photo by Chan Long Hei/SOPA Images/LightRocket via Getty Images) (Photo: SOPA Images via Getty Images)
HONG KONG, CHINA - 2021/06/22: Pedestrians wearing facemasks as a precaution against the spread of covid-19 walk past a screen reporting the weekly press conference of Carrie Lam, Hong Kong's chief executive, in Tsim Sha Tsui district. Lam said that foreign governments are beautifying acts that endanger national security in their criticisms of the police crackdown on pro-democracy newspaper Apple Daily, days after five were arrested and assets linked to the newspaper frozen. (Photo by Chan Long Hei/SOPA Images/LightRocket via Getty Images) (Photo: SOPA Images via Getty Images)

L’amministrazione Biden nei prossimi giorni metterà in guardia le aziende statunitensi sui crescenti rischi di operare a Hong Kong, in quanto la Cina punta ad un maggiore controllo dell’hub finanziario. Lo rivela il Financial Times citando tre persone che sono a conoscenza del dossier.

Secondo quanto riportato, il Governo cinese avrebbe intenzione di accedere ai dati che le aziende straniere trasmettono a Hong Kong e sta pensando ad una nuova legge che permetterà a Pechino di imporre ritorsioni contro chiunque permetta di attuare sanzioni straniere contro gruppi e funzionari cinesi.

Il presidente Joe Biden ha intenzione di emettere un ‘warning’ e imporre più sanzioni in risposta al giro di vite di Pechino sul movimento pro-democrazia a Hong Kong e al genocidio che gli Stati Uniti hanno accusato Pechino di commettere contro gli uiguri musulmani nello Xinjiang.

Un avvertimento analogo a quello che l’anno scorso l’amministrazione Trump emise sullo Xinjiang, L’avviso sottolineerà i rischi legali che le aziende statunitensi dovranno affrontare a meno che non si assicurino che le loro catene di approvvigionamento non siano implicate nel lavoro forzato nello Xinjiang. “Vogliamo sollecitare la comunità imprenditoriale a essere consapevole del rischio reputazionale, economico e legale del suo coinvolgimento con entità coinvolte in abusi dei diritti umani”, ha detto il funzionario al Ft.

Mentre Biden sta intensificando l’attenzione dell’amministrazione Trump sullo Xinjiang, la mossa rappresenterà la prima volta che un’amministrazione statunitense emette un “consiglio” commerciale in relazione a Hong Kong. Secondo persone vicine al dossier, non tutti sono d’accordo all’interno dell’amministrazione, in quanto alcuni funzionari sono preoccupati del fatto che si possano scoraggiare le aziende statunitensi dall’operare in un centro finanziario critico. Ma i falchi hanno sostenuto con successo che le aziende hanno invece bisogno di comprendere la natura dei rischi che vanno ad assumersi.

Nel warning, verranno menzionati eventi recenti come la chiusura forzata di Apple Daily, il tabloid pro-democrazia di proprietà di Jimmy Lai. La settimana scorsa, il dipartimento del commercio degli Stati Uniti ha aggiunto 14 aziende cinesi alla sua lista nera delle esportazioni, accusandole di essere coinvolte in abusi dei diritti umani e sorveglianza nello Xinjiang. Pechino ha criticato la mossa come una “soppressione irragionevole” e ha giurato di rispondere con “misure necessarie”.La Casa Bianca sta anche considerando una politica che permetterebbe ai cittadini di Hong Kong negli Stati Uniti di rimanere dopo la scadenza del loro visto se affrontano potenziali persecuzioni politiche a Hong Kong. Ma questa misura è ancora in fase di discussione e non si prevede che faccia parte del pacchetto di azioni da annunciare questa settimana. Ad Hong Kong la Camera di Commercio Americana ha più di 1.200membri e 282 aziende statunitensi vi hanno installato la loro sede regionale nel 2020.

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli