Biden promette onestà, Xi saluta un "vecchio amico" in colloqui Usa-Cina

·3 minuto per la lettura
Il presidente cinese Xi Jinping e il presidente statunitense Joe Biden a Pechino

WASHINGTON, (Reuters) - Il presidente Usa Joe Biden ed il leader cinese Xi Jinping hanno evidenziato la loro responsabilità di fronte al mondo di evitare uno scontro, durante il loro colloquio di ieri, durato diverse ore.

"Sembra che la nostra responsabilità come leader della Cina e degli Stati Uniti sia di assicurare che la competizione tra i nostri paesi non sfoci in un conflitto, che sia voluto o accidentale", ha detto Biden.

"Solamente semplice, onesta competizione".

Gli Stati Uniti e la Cina sono in disaccordo, tra le altre cose, per quel che riguarda le origini della pandemia da Covid-19, le regole su commercio e competitività, l'espansione dell'arsenale nucleare cinese e la crescente pressione esercitata da Pechino su Taiwan.

Definendo Biden "un vecchio amico" Xi ha detto che i due Stati devono migliorare la comunicazione ed aumentare la cooperazione per affrontare le molte sfide con cui si devono confrontare. In precedenza Biden aveva messo in dubbio il fatto che lui e Xi fossero vecchi amici.

Parlando per mezzo di un interprete, Xi ha detto: "Essendo le due più grandi economie del mondo, e membri permanenti del Consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite, la Cina e gli Usa devono incrementare la loro comunicazione e la loro cooperazione".

Biden aveva promesso di parlare di alcuni temi scottanti, come i diritti umani e altre problematiche nell'area Indo-Pacifica, aggiungendo che "noi due non siamo mai stati così formali tra di noi".

Il colloquio, cui ha dato il via Biden all'1,46 di questa notte, mirava a rendere meno tese le relazioni bilaterali.

I due hanno fatto una pausa di 15 minuti dopo una prima sessione durata due ore, mezz'ora in più di quanto previsto, secondo quanto riportato dai media di Stato cinesi, prima di riprendere la conversazione.

I momenti iniziali del dialogo tra i due leader sono stati osservati da un piccolo gruppo di reporter con Biden nella Roosevelt Room della Bianca, prima che i capi di Stato e i loro collaboratori venissero lasciati a discutere privatamente. Il presidente Usa ha sorriso nel vedere il suo omologo cinese comparire sullo schermo.

Biden e Xi non avevano ancora avuto un incontro faccia a faccia dall'elezione di Biden, e l'ultima volta che avevano parlato era stato a settembre via telefono.

I funzionari Usa hanno mantenuto basse le attese di qualsiasi concreto accordo tra le due parti, anche per quel che riguarda il commercio, area in cui la Cina sta ritardando l'acquisto di 200 miliardi in beni e servizi Usa. Non erano sull'agenda di Biden i dazi sui beni cinesi che Pechino e le aziende della Repubblica popolare sperano di vedere ridotti.

La Casa Bianca non ha voluto rispondere a domande relative alla presenza degli Usa alle olimpiadi invernali di Pechino del prossimo febbraio. Gli attivisti Usa, come parte dei membri del Congresso, hanno invitato l'amministrazione Biden a boicottare l'evento.

(Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Roma Stefano Bernabei, luca.fratangelo@thomsonreuters.com, +48587696613)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli