Biden punta a 200 milioni di dosi di vaccino somministrate nei primi 100 giorni

·1 minuto per la lettura

AGI - Gli Stati Uniti hanno raggiunto in 58 giorni l'obiettivo di somministrare 100 milioni di dosi del vaccino contro il Covid-19, inizialmente prefissato dal presidente degli Stati Uniti, Joe Biden, per i primi 100 giorni del suo mandato.

Lo ha sottolineato Biden, nella sua prima conferenza stampa dal giorno del giuramento. Il nuovo obiettivo è ora inoculare 200 milioni di dosi del vaccino in 100 giorni. "E' ambizioso ma credo che possiamo farcela", ha aggiunto Biden, sottolineando che "nessun altro Paese è alla pari degli Usa" nella campagna vaccinale.

Il presidente Usa ha detto che è sua intenzione ricandidarsi per un secondo mandato nel 2024 insieme alla sua vice, Kamala Harris.

Biden ha di nuovo attaccato l'omologo cinese, Xi Jinping, che "non è democratico ma è intelligente". Biden ha poi sottolineato che con la Cina c'è una "competizione" e che non cerca il conflitto con Pechino. Biden è consapevole che "la Cina punta alla leadership mondiale", ma, ha avvertito, "non accadrà".

Biden si è determinato a una stretta sulle armi: "E' solo questione di tempo", ha assicurato.

 

Il capo della Casa Bianca ha ammesso di ritenere "difficile" rispettare la scadenza del primo maggio per il ritiro delle truppe Usa dall'Afghanistan, pure escludendo una permanenza ancora lunga "Ce ne andremo, non voglio restare a lungo, la questione è quando", ha affermato, giudicando improbabile che resteranno anche il prossimo anno.