Biden shock: "Putin è un assassino". Mosca reagisce

Primo Piano
·2 minuto per la lettura

Alta tensione fra Stati Uniti e Russia dopo le affermazioni shock rilasciate da Joe Biden nel corso di un'intervista alla Abc. "Lei conosce Vladimir Putin. Pensa sia un killer?", è stata la domanda di George Stephanopoulos, cui il presidente americano ha risposto seccamente: "Sì, lo penso". Biden ha promesso che il leader del Cremlino "pagherà un prezzo" per aver tentato di influenzare le elezioni presidenziali del 2020.

LEGGI ANCHE: Il rapporto dell'Intelligence: "Iran e Russia cercarono di interferire nelle elezioni"

VIDEO - Chi è Joe Biden

Le dichiarazioni del leader della Casa Bianca arrivano all'indomani della diffusione del rapporto dell'intelligence Usa, secondo cui Putin autorizzò le operazioni per denigrare Biden e aiutare il suo rivale Donald Trump, minando la fiducia nel processo elettorale e contribuendo ad estremizzare le divisioni socio-politiche degli Stati Uniti.

LEGGI ANCHE: Usa impongono sanzioni a Russia per avvelenamento Navalny

Biden ha ricordato che nella sua telefonata a fine gennaio aveva ammonito Putin su una possibile risposta americana per le interferenze nel voto. "Abbiamo avuto una lunga conversazione, lui ed io. Lo conosco relativamente bene", ha raccontato. "Io conosco te e tu conosci me. Se stabilisco che è successo, sii preparato", ha proseguito.

VIDEO - Chi è Vladimir Putin?

Nonostante tutto, il capo della Casa Bianca - riferisce il sito di notizie Axios, dando conto dell'intervista - ha sostenuto che è possibile "lavorare insieme" laddove ci sono "interessi comuni"; un esempio è l'estensione dell'accordo per il controllo delle armi nucleari New Start.

La replica dalla Russia alla pesanti accuse di Biden non si è comunque fatta attendere. Il presidente della Duma, Viaceslav Volodin, ha criticato il presidente Usa affermando che "gli attacchi" contro Putin "sono attacchi contro il nostro Paese". "Biden con la sua dichiarazione ha offeso i cittadini del nostro Paese - ha scritto Volodin su Telegram secondo Ria Novosti - è un'isteria causata dall'impotenza".

Mosca richiama ambasciatore russo a Washington per consultazioni

L'ambasciatore russo a Washington, Anatoly Antonov, è stato richiamato a Mosca per consultazioni per analizzare "cosa fare e come muoversi nel contesto delle relazioni con gli Stati Uniti". Lo ha riferito portavoce del ministero degli Esteri russo, Maria Zakharova, citata da Interfax.

"La nuova amministrazione americana è al potere da quasi due mesi, il traguardo simbolico dei 100 giorni non è lontano, e questo è un buon motivo per provare a valutare cosa sta facendo e cosa no", ha detto Zakharova.

VIDEO - Le accuse di Biden a Putin provocano dissenso tra i moscoviti