Biden si schiera con il popolo cubano in piazza per carenza cibo

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

New York, 12 lug. (askanews) - "Siamo con il popolo cubano e con il suo forte appello alla libertà e al sollievo dalla tragica morsa della pandemia e da decenni di repressione e sofferenza economica a cui è stato sottoposto dal regime autoritario cubano". Esordisce con queste parole la dichiarazione del presidente americano Joe Biden a sostegno delle migliaia di cubani che hanno manifestato sul lungomare Malecon all'Avana, così come in altre parti dell'isola, contro la carenza di cibo e l'aumento vertiginoso dei prezzi a causa della pandemia da coronavirus.

Biden elogia il coraggio del popolo cubano nel lottare per i suoi diritti, aggiungendo che "gli Stati Uniti chiedono al regime cubano di ascoltare il proprio popolo e servire i suoi bisogni piuttosto che pensare ad arricchirsi".

Le proteste sono quasi senza precedenti nella storia del Paese comunista, che affronta una grave crisi economica esacerbata dalle sanzioni statunitensi imposte dall'ex presidente Donald Trump.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli