Biden vuole un “cambio di approccio” con l’Arabia Saudita

·2 minuto per la lettura
Biden vuole un “cambio di approccio” con l’Arabia Saudita
Biden vuole un “cambio di approccio” con l’Arabia Saudita

Milano, 18 feb. (askanews) – L’Arabia Saudita deve “cambiare il suo approccio” con gli Stati Uniti e per questo la Casa Bianca vuole ridurre al minimo qualsiasi contatto diretto tra il presidente Joe Biden e il sovrano de facto del Paese, il principe ereditario Mohammed bin Salman.

La posizione segna un brusco cambiamento rispetto all’amministrazione Trump, che ha circonfuso il giovane erede di attenzioni ed elogi. L’intelligence Usa intanto si sta preparando a rilasciare – forse già la prossima settimana – un rapporto declassificato al Congresso che descriverà la sua valutazione della presunta colpevolezza del principe ereditario nell’omicidio di Jamal Khashoggi, il giornalista statunitense del Washington Post che è stato ucciso dai funzionari sauditi nel 2018.

Jen Psaki, portavoce della Casa Bianca ha detto che Biden vuol “ricalibrare” le relazioni e considera il re Salman – non il principe Mohammed – come la sua controparte. Qualcuno si chiede se potrebbe voler dire anche pressioni sul re per cambiare la linea di successione e retrocedere il principe Mohammed.E l’ascesa al trono di MBS, considerato spietato e brutale, preoccupa più di un analista.

D’altro canto, l’approccio di Biden preoccupa la cerchia ristretta dell’erede al trono, come si legge in un articolo intitolato “Parlare o non parlare”, di Politico. Anche per la reazione alla liberazione di Loujain al-Hathloul, coraggiosa paladina dei diritti delle donne saudite, condannata a cinque anni e otto mesi per spionaggio in favore di una potenza straniera e cospirazione contro il regno saudita, solo per aver svolto campagne per i diritti delle donne. Il principe pensava di deliziare Washington con la sua messa in libertà. “Era la cosa giusta da fare”, ha tagliato corto Biden.

Allo stato attuale il Segretario di Stato Antony Blinken ha tenuto con la sua controparte, il ministro degli Esteri saudita Faisal bin Farhan due telefonate, discutendo della crisi nello Yemen e dei diritti umani tra una serie di argomenti. Ma mentre Biden ha già parlato con il collega russo Vladimir Putin e con il cinese Xi Jinping, l’assenza del principe Mohammed sulla rubrica della Casa Bianca, certo fa pensare.