Biella, cede la pedana di un minibus per disabili: morta 84enne

sedia rotelle biella

Venerdì 5 luglio 2019 un’anziana donna di 84 anni ha perso la vita a seguito di un incidente: ha sbattuto violentemente la testa contro l’asfalto dopo che la sua sedia a rotelle si trovava sulla piattaforma di un minibus di proprietà comunale che purtroppo ha ceduto. La vicenda si è verificata a Sandigliano, un piccolo comune nei pressi della città di Biella.

Biella, cede la pedana di un minibus: il dramma

L’anziana ha lottato più che ha potuto. E’ morta sei giorni dopo l’incidente –giovedì 11 luglio 2019 presso l’ospedale di Ponderano dove era stata prontamente ricoverata dopo l’episodio del tutto imprevisto e che in quanto tale nessuno ha potuto evitare o quanto meno tamponare. Ha battuto la testa contro l’asfalto dopo essere caduta dalla sua sedia a rotelle. Colpa della pedana per favorire l’accesso ai disabili al minibus di proprietà del comune di Sandigliano, sul quale la donna stava salendo per tornare nella sua abitazione.

La signora aveva trascorso l’intera giornata al centro diurno della casa di riposo per anziani a Sandigliano: i volontari la stavano riportando a casa, caricandola su un minibus la cui pedana ha purtroppo ceduto proprio mentre la carrozzina su cui sedeva la signora vi era al di sopra. Le Autorità stanno ancora oggi facendo chiarezza, provando a ricostruire l’esatta dinamica dell’incidente. La procura di Biella intanto ha aperto un’indagine per omicidio colposo. L’anziana vittima aveva 84 anni, morta a causa di una caduta che le si è rivelata fatale. Il minibus di proprietà comunale è stato messo sotto sequestro. La piattaforma per consentire l’accesso al mezzo ai disabili ha ceduto proprio mentre stava caricando la sfortunata signora.