Bielorussia, bisogna evitare altri episodi del genere - direttore Iata

·2 minuto per la lettura
Willie Walsh, direttore generale dell' International Air Transport Association (Iata), a Bruxelles

PARIGI/LONDRA (Reuters) - Il direttore generale della International Air Transport Association (Iata) ha accolto positivamente la notizia dell'avvio di un'indagine sul dirottamento in Bielorussia di un aereo di linea Ryanair e ha affermato che è necessario fare in modo che episodi del genere non avvengano più.

"Un comportamento del genere è totalmente inaccettabile e deve essere condannato fermamente. È necessario disporre di misure che assicurino che ciò non accada mai più", ha detto a Reuters Willie Walsh, direttore della Iata, gruppo che rappresenta gran parte delle compagnie aeree a livello globale.

L'Organizzazione internazionale dell'aviazione civile delle Nazioni Unite (Icao) ha deciso ieri di avviare un'indagine in merito all'atterraggio forzato.

La Bielorussia ha affermato di aver agito in risposta a un allarme bomba. Secondo Walsh dalle prove emergerebbe che l'allarme sia stato creato ad arte.

"Non credo che il mondo possa restare a guardare e lasciar correre su quanto avvenuto domenica senza alcun tipo di protesta", ha detto Walsh in un'intervista.

Molte compagnie aeree hanno ridisegnato le tratte intorno alla Bielorussia, a cavallo di un corridoio che collega l'Europa orientale con Mosca e oltre, fino in Asia.

L'Agenzia europea per la sicurezza aerea (Aesa) ha raccomandato alle compagnie aeree interne ed esterne al blocco di evitare lo spazio aereo bielorusso.

Walsh, in risposta alla domanda relativa all'impatto dell'aggiramento dello spazio aereo bielorusso sulle compagnie, ha detto che "non è ingestibile, ma difficile" nel corso di una pandemia in cui i viaggi a lungo raggio hanno molti meno passeggeri del solito.

Il direttore della Iata ha aggiunto che in un periodo di normale richiesta, modifiche alle tratte potrebbero tradursi nella necessità di impiegare più carburante e, come conseguenza, in una riduzione del numero dei passeggeri o del carico a bordo.

(Tradotto in redazione a Danzica da Michela Piersimoni, in redazione a Milano Gianluca Semeraro, michela.piersimoni@thomsonreuters.com, +48 587696616)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli