Bielorussia, 'negoziare con regime Lukashenko è fuori questione' - Commissione Ue

·1 minuto per la lettura
Il presidente della Bielorussia Lukashenko a Mosca

BRUXELLES (Reuters) - La Commissione europea ha dichiarato che non ci possono essere negoziati con la Bielorussia per discutere la crisi migratoria in corso al confine con la Polonia e gli stati baltici e che è ora concentrata sull'aiutare le persone bloccate alla frontiera e rimpatriarle.

"Negoziare con il regime di Lukashenko è fuori questione", ha detto Eric Mamer, portavoce della Commissione europea, durante un briefing con la stampa.

"Avremo colloqui tecnici con le agenzie Onu, in particolare con l'Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati, l'Organizzazione internazionale per le migrazioni e le controparti bielorusse per facilitare il rimpatrio delle persone ferme ai confini", ha detto.

"Questo è il focus delle trattative oltre a, ovviamente, continuare ad agevolare il soccorso per le persone bloccate alle frontiere", ha aggiunto.

In risposta a una domanda sulla conversazione di ieri tra la cancelliera tedesca Angela Merkel e il presidente bielorusso Alexander Lukashenko, Mamer ha detto che gli stati membri Ue "hanno contatti bilaterali con chiunque desiderino, è assolutamente normale in ambito diplomatico".

(Tradotto a Danzica da Enrico Sciacovelli, in Redazione a Milano Sabina Suzzi)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli