Bielorussia, trovato impiccato l'attivista scomparso a Kiev

·2 minuto per la lettura

E' stato trovato morto impiccato l'attivista bielorusso Vital Shyshiu, scomparso da ieri a Kiev. Lo ha riferito la polizia ucraina, secondo cui il corpo dell'uomo, punto di riferimento della diaspora bielorussa, è stato trovato in un parco nei pressi della sua casa a Kiev. La polizia ha fatto sapere di aver aperto un'inchiesta anche per verificare se si tratti di omicidio mascherato da suicidio. Shyshou era a capo della Ong Belarusian House in Ukraine (BDU), che aiuta i bielorussi a fuggire dalle persecuzioni del regime di Aleksander Lukashenko.

"Non c'è dubbio" che la morte dell'attivista bielorusso sia il frutto di "un'operazione pianificata da cekisti (agenti, ndr) delle forze di sicurezza per liquidare un bielorusso pericoloso per il regime. Continueremo a lottare per avere la verità sulla morte di Vitaly", afferma in un comunicato diffuso via Telegram l'Ong 'La casa bielorussa in Ucraina', di cui faceva parte l'attivista trovato morto impiccato a Kiev.

L'Ong aggiunge che l'attivista era "sotto sorveglianza" e questo fatto era stato "reso noto alla polizia" ucraina. "Siamo stati avvisati ripetutamente sia da fonti locali che dalla nostra gente in Bielorussia" che il regime ricorre a "ogni tipo di provocazione, fino al rapimento e all'omicidio. Vitaly trattava questi avvertimenti stoicamente e con senso dell'umorismo".

La polizia di Kiev ha comunicato che "il cittadino bielorusso Vitali Shishov, scomparso ieri a Kiev, è stato trovato impiccato in un parco della capitale, vicino al suo luogo di residenza. Il suo cellulare e i suoi effetti personali sono stati rimossi" dal luogo in cui è stato rinvenuto il cadavere.

La Polizia ha aperto un'indagine in base all'articolo 115 del codice penale ucraino (omicidio volontario) e valuterà tutte le ipotesi, inclusa quella di un "assassinio camuffato da suicidio". Gli investigatori stanno analizzando gli effetti personali dell'attivista, in particolare il telefonino. La polizia ha chiesto alla popolazione di mettersi in contatto con le autorità per rivelare qualunque informazione si consideri rilevante sul caso Shyshiu.

"A quanto ne sappiamo, le autorità ucraine stanno indagando sul caso e ci aspettiamo di comprendere le ragioni di questa morte, molto molto sfortunata", dice la portavoce del Seae, il servizio diplomatico dell'Ue, Nabila Massrali, durante il briefing con la stampa a Bruxelles.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli