Biennale: destino e libero arbitrio in gioco al Festival del teatro (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Regista di cinema e di teatro oggi richiestissimo, Kornél Mundruczó fonda il Proton Theatre nel 2009 assieme la produttrice teatrale Dóra Büki. Compagnia indipendente, il Proton Theatre ha presentato i suoi spettacoli in oltre 110 festival, tra cui l’Adelaide Festival, il Singapore International Festival, il Seul Bo:m Festival e il Zürcher Theaterspektakel.

Ispirato a 'La vita è sogno' di Pedro Calderón de la Barca, l’ultimo lavoro di Lenz Fondazione prende il titolo di 'Altro stato'. L’opera firmata da Maria Federica Maestri e Francisco Pititto usa il monologo come strumento per affrontare le questioni etiche avanzate dai personaggi di Calderón de la Barca. Nell’interpretazione di Barbara Voghera, le voci del servo Clarino e del principe Sigismondo convivono al fine di sovvertire una 'visione conservatrice della relazione servo-padrone'.

Concentrati nell’unico corpo teatrale di Barbara Voghera, i personaggi combattono condizioni esistenziali opposte per giungere a un’unica certezza: “non c’è via di scampo dalla forza del destino e dal fato crudele”. Diretta da Maria Federica Maestri e Francesco Pititto, Lenz Fondazione mette al centro della sua poetica “la ricerca visiva e plastica: l’azione teatrale si incunea tra la scrittura per immagini e la creazione plastica dello spazio, che vuole essere un’installazione artistica autonoma”.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli