Biennale Musica: al via i concerti "Made in Italy"

Bnz

Venezia, 27 set. (askanews) - Una giornata "made in Italy" sabato al 63^ Festival Internazionale di Musica Contemporanea della Biennale di Venezia con I solisti aquilani e l'ensemble L'arsenale, interpreti di due singolari concerti che impaginano tutte musiche di autori italiani. Nella Sala delle Colonne di Ca' Giustinian (ore 16.30) I solisti aquilani presentano un concerto in memoriam - a dieci anni dal sisma del 2009 - con musiche di Stefano Taglietti, Andrea Manzoli, Roberta Vacca, Pasquale Corrado, che a Venezia sarà anche in veste di direttore. Sono gli autori di Moving Point, Post fata resurgo, Rosso celestino e Dove non si tocca in mare, tutte nuove creazioni nate ricordando il tragico evento. Formazione storica, nata nel solco della rivalutazione del patrimonio strumentale italiano sei-settecentesco e attiva da più di 50 anni con un repertorio che spazia dalla musica pre-barocca alla contemporanea, I Solisti Aquilani hanno sempre avuto particolare riguardo ai compositori italiani.

Al Teatro alle Tese (ore 20.00) il secondo concerto della giornata è declinato in forma di teatro dai musicisti, veri e propri interpreti-performer, dell'Arsenale ensemble, che ha vinto il premio Abbiati 2016 ed è caratterizzato dall'associazione atipica di strumenti convenzionali e delle loro possibili estensioni (soprano, sax, fisarmonica, pianoforte preparato, chitarra elettrica, contrabbasso, synth e risonatori).