Biennale Venezia, M5s: no a deroga Baratta, Bonisoli incauto

Pol/Arc

Roma, 16 gen. (askanews) - "Siamo contrari ad ogni ulteriore ipotesi di deroga o modifica allo Statuto della Biennale di Venezia che comporti una proroga del mandato dell'attuale presidente Paolo Baratta". Lo affermano le senatrici e i senatori del Movimento 5 Stelle in commissione Cultura.

"Anche se già ribadito - aggiungono - appare utile ripeterlo oggi, dopo aver letto le incaute dichiarazioni dell'ex ministro della cultura Alberto Bonisoli, che non disdegnerebbe un "traghettamento" che veda Baratta (a sua volta ex ministro e con molteplici incarichi istituzionali) ancora presidente. La presa di posizione di Bonisoli, in linea con quella di Brugnaro, Zaia e delle destre, è del tutto arbitraria e contraria alla linea già più volte espressa dal Movimento 5 Stelle".

"A Venezia come nel resto del paese l'arte contemporanea ha bisogno di apertura e di rinnovamento, esattamente il contrario di quanto accadrebbe con un ulteriore mandato di Baratta", concludono.