Big tech, Vestager: regolazione europea sia 'fast and furious'

·1 minuto per la lettura
La Commissaria Europea per la Concorrenza Margrethe Vestager al Parlamento europeo di Strasburgo

ROMA (Reuters) - La regolazione europea sulle big tech deve essere "giusta", "flessibile" ma anche "ferma".

Lo ha detto il ministro per l'Innovazione Tecnologica Vittorio Colao in una conferenza organizzata dalla Camera di Commercio di Roma a cui ha partecipato anche la Commissaria Europea per la Concorrenza Margrethe Vestager.

La vicepresidente della Commissione ha subito aggiunto: "Le nuove regole devono essere veloci (fast) e forse anche 'furious'", richiamando la famosa serie cinematografica.

Colao ha sottolineato che l'Europa deve essere leader mondiale nella "regolazione intelligente" e si è mostrato favorevole al Digital Market Act.

La proposta legislativa della Commissione europea punta infatti a limitare l'influenza delle Big Tech. E lo stesso presidente del Consiglio Mario Draghi si è detto favorevole a un intervento europeo: "Quello che è illecito off line deve essere illecito anche on line", ha detto qualche giorno fa.

Tuttavia, la vicepresidente della Commissione si è detta certa che la nuova legge non potrà contrastare tutti gli illeciti: "Ci sono comportamenti dominanti che ancora devono manifestarsi. Per questo ci siamo impegnati a rinnovare questo meccanismo in continuazione", ha detto Vestager.

Il ministro Colao si è detto "preoccupato" da un unico aspetto del DMA: "Assicuriamoci che catturi davvero tutte le posizioni dominanti così da poter rappresentare un reale cambiamento".

Dal canto suo, Vestager rilancia: "Percepiamo davvero la necessità di queste misure. E' meglio arrivare all'80% oggi che non giungere mai al 100%. Come avrebbe detto Giulio Cesare, il dado è tratto".

Vestager e Colao avranno un bilaterale dopo la conferenza.

(Francesco Zecchini, in redazione a Milano Gianluca Semeraro)

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli