Bilancio, Margiotta (Confsal): "Manca slancio riformatore per crescita"

Redazione
·1 minuto per la lettura

ROMA (ITALPRESS) - La Confsal ritiene che la legge di bilancio 2021 non possa limitarsi ad interventi emergenziali attraverso i bonus assistenziali.

"A nostro avviso - dichiara il Segretario Generale Confsal Angelo Raffaele Margiotta - manca lo slancio riformatore per affrontare la crisi economica che coinvolge lavoratori, pensionati, disoccupati, e colpisce drammaticamente i giovani, le donne e le popolazioni del Mezzogiorno".

Troppe le lacune e le criticità, tra le quali, secondo Confsal, "mancano le risorse finanziarie del Mes per un piano di potenziamento del sistema sanitario e la messa in sicurezza dei trasporti e dei luoghi di lavoro, per la salvaguardia della salute di lavoratori e cittadini", "manca il piano per adeguare le strutture scolastiche al rischio epidemico e garantire la continuità del servizio educativo". Inoltre "l'intervento sul cuneo fiscale non elimina la tassa sulla povertà che continuerà a gravare su salari bassi; scarse sono le risorse per il rilancio delle politiche attive del lavoro, oggi più che mai indispensabili".

"Purtroppo, senza profonde modifiche tese a introdurre misure strutturali, si perderà un'altra occasione per rilanciare l'economia del nostro Paese e dare certezze e respiro alle categorie sociali travolte dalla crisi", spiega Margiotta.

"Siamo disponibili da subito ad un confronto con le Istituzioni e con tutte le forze politiche. Non è l'ora di proclami e proteste ma di proposte, per salvare l'economia e la coesione sociale del Paese", conclude Margiotta.

(ITALPRESS).

abr/com