Billy Porter ha l'HIV: "Sono sieropositivo da 14 anni, non lo sa nessuno"

·2 minuto per la lettura
billy porter hiv
billy porter hiv

Attore molto amato della serie tv Pose, Billy Porter ha confessato di avere l’HIV. Ha scoperto di essere sieropositivo 14 anni fa, ma soltanto adesso ha trovato il coraggio di parlare della malattia.

Billy Porter ha l’HIV

Intervistato da The Hollywood Reporter, Billy Porter ha confessato di avere l’HIV. L’attore e cantante statunitense non aveva mai parlato della malattia, per paura di subire “discriminazioni“. Nel corso del lockdown, però, ha avuto modo di riflettere sulla sua vita e ha capito che era arrivato il tempo di togliersi questo peso. Nessuno lo sapeva, nemmeno la sua adorata mamma.

Billy Porter ha l’HIV: la confessione

Billy Porter ha raccontato di essere nato e cresciuto in una famiglia molto religiosa, per cui confessare di avere l’HIV significava aver ricevuto “una punizione da Dio“. E’ questo uno dei motivi che l’ha spinto a restare in silenzio per ben 14 anni. Ha dichiarato:

“Essere sieropositivo, nel posto da dove vengo – sono cresciuto nella chiesa pentecostale con una famiglia molto religiosa – è la punizione di Dio. (…) Stavo cercando di avere una vita e una carriera, e non ero sicuro di poterlo fare se le persone sbagliate lo avessero saputo. Sarebbe stato solo un altro modo per le persone di discriminarmi in una professione già discriminatoria”.

La diagnosi dell’HIV è arrivata nel 2007, quindi sono 14 anni che convive con questo terribile segreto.

Billy Porter ha l’HIV: adesso è libero di amare

Porter, sposato da 4 anni con Adam Smith, è famoso soprattutto per la serie tv Pose, che gli ha anche regalato un Emmy. Il periodo di quarantena dovuto al Covid-19 gli ha concesso di riflettere e ha capito di dover “affrontare il trauma della mia vita“. Ha ammesso:

“La verità è la guarigione. E spero che questo mi liberi. Spero che questo mi liberi in modo da poter provare una gioia vera e genuina, in modo da poter provare la pace, in modo da poter sperimentare l’intimità, in modo da poter fare sesso senza vergogna. Questo è per me. Lo sto facendo per me. Ho troppe cose da fare e non ne ho più paura. L’ho detto a mia madre: quello era l’ostacolo per me. Non mi interessa quello che qualcuno ha da dire. O sei con me o stai semplicemente lontano da me”.

Billy adesso è libero di amare e di essere veramente se stesso.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli