Bimba con tumore osseo crescerà con un chiodo allungabile

I medici che hanno eseguito l'intervento

Per la prima volta al mondo, la caviglia di una bambina di 9 anni è stata ricostruita con l'osso di un donatore e un chiodo allungabile che accompagnerà la crescita scheletrica fino all'età adulta e non dovrà essere sostituito. L'intervento è stato eseguito all'ospedale Regina Margherita di Torino, da un'equipe di chirurghi ortopedici della Città della Salute di Torino e dell'Istituto Ortopedico Rizzoli di Bologna.

LEGGI ANCHE: Stella di metallo nella trachea, bimbo salvato al Niguarda

Potrà tornare a camminare

La piccola, colpita da un rarissimo sarcoma osseo, è stata sottoposta a chemioterapia presso il reparto di Oncoematologia pediatrica dell’ospedale Regina Margherita e nei giorni scorsi è stata sottoposta all’intervento di asportazione del tumore e salvataggio della caviglia con ricostruzione con osso omoplastico da donatore e sintesi con un chiodo allungabile, in modo da permettere la regolare crescita dell’arto senza necessità di ulteriori interventi. Ora è già stata dimessa e, assicurano i medici, potrà tornare a camminare.

GUARDA ANCHE: Quale Regione ha gli ospedali migliori?

Novità assoluta

La tecnica eseguita rappresenta una assoluta novità in quanto il chiodo inserito per stabilizzare l’impianto permetterà nei prossimi anni anche la regolare crescita dell’arto permettendo l’allungamento al termine della maturazione scheletrica.

Scopri @Yahooita, seguici anche su Instagram!