Bimba di 6 anni ingoia 23 calamite per imitare un TikTok: ricoverata

·1 minuto per la lettura
Bambina ricoverata
Bambina ricoverata

Il bizzarro evento è accaduto in Inghilterra, nella piccola cittadina di Lewes, nella contea di Sussex. La bambina ora sta bene ma è stato necessario un intervento chirurgico.

Inghilterra, bambina ingoia 23 calamite

A quanto sembre, la bambina avrebbe portato a casa le calamite da scuola e le avrebbe ingerite in un arco di tempo piuttosto lungo, e non tutte in una sola volta.

Ciò sembrerebbe causato da un video di TikTok divenuto virale: la bimba di appena 6 anni infatti ha ingoiati i magneti cercando di imitare un video in cui figurano dei piercing alla lingua, che la fanciulla ha provato a replicare, arrivando ad ingerirne addirittura 23.

Bambina ingoia le calamite: l’intervento

La preoccupazione è nata il 12 settembre, quando la bambina ha iniziato a lamentare dolori allo stomaco, accompagnati poi da vomito. Dopo un paio di giorni è stata portata dai genitori al Royal Alexandra Children’s Hospital, dove le è stata diagnostica l’appendicite.

Quando il chirurgo stava operando per rimuovere l’appendice, con enorme stupore ha trovato al suo interno diversi magneti. A quel punto, dopo un consulto con una chirurga pediatra, ha potuto procedere alla rimozione delle calamite che ha poi specificato potessero essere «potenzialmente fatali».

Bambina ingoia calamite: il messaggio della madre

Lo scorso lunedì la bambina è stata dimessa e ora le sue condizioni sono monitorate a casa, ma nonostante ciò la preocuppazione è stata moltissima. Proprio per questo motivo la madre della piccola ha acconsentito alla diffusione delle foto della figlia, in modo che potessero servire da monito per molte altre madri.

«Voglio ribadire quanto pericolose possano essere le calamite». Queste sono state le parole diffuse dalla mamma della bimba di appena 6 anni, che fortunatamente ha visto scongiurare una possibile tragedia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli