Bimba di dieci anni muore dopo aver battuto la testa a scuola

Federica Olivo
·Giornalista, Huffpost
·1 minuto per la lettura
Rome, Italy - July 31, 2018: Italian Emergency Mobile Unit ambulance moving on a street in Rome during the day (Photo: Cineberg via Getty Images)
Rome, Italy - July 31, 2018: Italian Emergency Mobile Unit ambulance moving on a street in Rome during the day (Photo: Cineberg via Getty Images)

Una bambina di 10 anni è morta dopo aver battuto la testa mentre faceva educazione fisica. È accaduto nella scuola Vittorio Emanuele Orlando di via Lussembrugo a Palermo. Non è ancora chiara la dinamica dei fatti: nella palestra c’erano gli alunni di due prime medie, tra cui la piccola deceduta.

I primi a tentare di rianimare l’alunna sono stati gli insegnanti. Subito la dirigente ha chiamato i sanitari del 118, ma per la bimba , che frequentava la prima media, non c’è stato nulla da fare.

La Ministra dell’Istruzione Lucia Azzolina esprime “profondo cordoglio e dolore” per la tragedia. La titolare della Scuola esprime anche la “massima vicinanza alla famiglia” e rende noto che il Ministero ha già avviato tutti gli accertamenti del caso.

Leoluca Orlando, sindaco di Palermo, ha commentato: “Si tratta di una tragedia immane, che colpisce la famiglia della piccola, la comunità scolastica e tutta la città. Sono certo di interpretare i sentimenti non solo dell’Amministrazione comunale ma di tutta Palermo, nell’esprimere vicinanza nel dolore alla famiglia di questa piccola, ai suoi insegnanti e ai suoi compagni”

Questo articolo è originariamente apparso su L'HuffPost ed è stato aggiornato.