Bimba investita all'asilo: prossima udienza lunedì, in aula testi difesa

(Adnkronos) - Si terrà lunedì 14 novembre la prossima udienza del processo sul caso di Lavinia Montebove, la bambina di 16 mesi investita nel 2018 nel parcheggio dell'asilo nido che frequentava a Velletri, in provincia di Roma, e oggi in stato vegetativo. In aula nel Tribunale di Velletri saranno sentiti due testi della difesa in relazione al solo aspetto del danno subito da Lavinia mentre, nell'udienza successiva, del 5 dicembre si tornerà a parlare probabilmente della dinamica dell'incidente con un consulente sempre della difesa. Nel processo sono imputate la maestra Francesca Rocca, accusata di abbandono di minore, e l'investitrice Chiara Colonnelli a cui vengono contestate le lesioni colpose gravissime.

Dopo 4 anni di indagini e stop in aula per via della pandemia, il processo ha avuto una accelerazione dalla scorsa primavera. I genitori della piccola, che vive a casa costantemente assistita, Massimo Montebove e Lara Liotta, hanno denunciato da tempo sui media il rischio prescrizione.

Nelle ultime udienze non sono mancate tensioni e polemiche, anche in relazione alle dichiarazioni di alcuni testi chiamati dall'avvocato della Rocca: il legale della famiglia Montebove, Cristina Spagnolo, non ha escluso la possibilità di una denuncia per falsa testimonianza. Chiusa la fase dibattimentale, sarà la volta delle arringhe e della sentenza che potrebbe arrivare a gennaio 2023. Per avere giustizia Lavinia Montebove dovrà aspettare il secondo grado e la Cassazione, in una disperata corsa contro il tempo per evitare la prescrizione.