Bimba morta dopo intervento a Roma, due condanne e tre assoluzioni

webinfo@adnkronos.com
·1 minuto per la lettura

Due condanne e tre assoluzioni per la morte di Giovanna Fatello, la bambina di 10 anni deceduta nel 2014 durante un intervento all’orecchio nella clinica Villa Mafalda a Roma. Il giudice Roberto Rizzi ha condannato per omicidio colposo a due anni di reclusione gli anestesisti, con pena sospesa e subordinata al pagamento di una provvisionale di 550mila euro in favore dei familiari. Assolti perché il fatto non sussiste invece, i due chirurghi e l'allora direttrice sanitaria, che era accusata solo di falso ideologico.

Per i due anestesisti il pm Mario Ardigò aveva chiesto la condanna a un anno di reclusione e l’assoluzione per gli altri tre imputati. "È una decisione che non rispetta in alcun modo quanto emerso nel dibattimento. Leggeremo le motivazioni e faremo appello per ristabilire la verità dei fatti" afferma il difensore di Dauri, l'avvocato Francesco Compagna.