Bimba travolta dal suv a Chieri: Emma è cosciente e reagisce a stimoli

bimba travolta dal suv

La piccola Emma, la bimba travolta dal suv a Chieri lo scorso 8 ottobre, è cosciente e reagisce agli stimoli. Le sue condizioni sono subito apparse gravissime. Immediato il ricovero nel reparto di Neurochirurgia dell’ospedale infantile Regina Margherita di Torino. La prognosi resta riservata.

Bimba travolta dal suv a Chieri

Dopo il delicato intervento chirurgico a causa di un grave trauma cranico, Emma sembra stia migliorando. Dopo l’operazione, i medici avevano sottoposto la piccola paziente a coma farmacologico e l’avevano intubata. Nei giorni successivi avevano staccato Emma dalle macchine per farla respirare da sola. I medici dell’ospedale torinese, tuttavia, hanno precisato fin da subito che si tratta solo di uno dei primissimi passi di un terapia medica che si prospetta lunga e impegnativa. I familiari tirano un sospiro di sollievo e si dicono speranzosi dopo che la piccola ha riaperto gli occhi.

La bimba è stata travolta insieme ad alcuni coetanei. I bambini si trovavano davanti all’asilo “La casa nel bosco di Chieri”. Colpevole è l’uomo alla guida della sua Toyota Land Cruiser parcheggiata davanti alla struttura. Stando a quanto emerso dalle prime ricostruzioni dei fatti, l’uomo a bordo dell’auto è scivolato lungo la strada in pendenza travolgendo la bambina, che ha quasi 3 anni. I compagni, invece, sono rimasti feriti in modo non grave. L’uomo che ha posteggiato la macchina è il fratello di una delle titolari dell’istituto. Per lui è scattata la denuncia dalla Procura per lesioni personali stradali gravissime.