Bimbo di 5 anni scopre di avere il Coronavirus: l’appello della madre

Bimbo cinque anni scopre Coronavirus

Ha soli cinque anni, Alfie, il bimbo del Worcestershire che scopre di essere positivo al Coronavirus. La madre, disperata, attraverso i social ricorda il momento in cui il virus è entrato nella loro vita e lancia un appello.

Coronavirus, bimbo positivo

Lauren Fulbrook, 30 anni, dalla cittadina di Bromyard racconta di quel 16 marzo e di come il suo bambino, sempre in ottima salute, ha iniziato ad avere la febbre. 42° per la precisione, accompagnati da vomito e dolori vari in tutto il corpo. La donna, spaventata, ha voluto raccontare la sua esperienza affinché altri genitori capissero l’importanza di dover stare a casa e soprattuto che il Covid-19 può colpire anche bimbi che non hanno malattie pregresse. Scrive Lauren da Facebook: “Il coronavirus NON è uno scherzo. Per favore, smettete di ignorare il problema, metterete a rischio non solo la vostra vita, ma anche quella di tutti gli altri. Questo perché volete andare al pub, o in un ristorante o perchè pensate di aver bisogno di 7 confezioni da 24 rotoli di carta igienica…”

Sui social l’appello disperato della madre

La storia del bimbo è davvero struggente. Alfie era immobile sul letto dell’ospedale quando chiede: “Mamma, sto per morire?”. La giovane donna attraverso il suo post dice di augurarsi di non dover sentire mai più quelle parole, tanto più se dette da un bambino così piccolo. Evidenzia che ogni madre pensa solo al meglio per i propri figli e che di certo, questo, non lo è. Continua quindi il suo post: “Ho dovuto vedere mio figlio di 5 anni passare dall’avere tutta l’energia del mondo a non muoversi, non mangiare, bere o urinare a fatica . L’ho visto in preda alle allucinazioni e in lacrime per il suo mal di testa, essere portato in ospedale in ambulanza per essere messo in isolamento ed essere sottoposto al tampone, con esito purtroppo positivo”.

Lauren raccontando la sua esperienza, oltre a raccogliere 51mila condivisioni, ha voluto mandare un messaggio chiaro a tutte le altre mamme e papà. Non bisogno prendere sotto gamba il problema e ragionare per il nostro bene, ma anche per quello dei più giovani. La donna parla della peggior esperienza della sua vita e conclude il post scrivendo: “Per favore, restate buoni solo per un po’. Prima tutti prenderanno le distanze, prima sarà finita. Non sto pubblicando questo per attirare attenzione o simpatia, come avrei potuto fare il giorno in cui si è ammalato, voglio solo che le persone rimangano al sicuro. Per favore, pensate alla vostra salute e a quella degli altri”.