Bimbo di 6 anni muore in un incidente in giostra: era seduto su un sedile per adulti

incidente in giostra
incidente in giostra

Un bambino di 6 anni in Australia è stato sbalzato via mentre una giostra era in funzione perdendo la vita. Eugene Mahuraiki gli era stato affidato un posto da “grandi” non idoneo per la sua età. Questo è il risultato dell’inchiesta condotta per chiarire la dinamica dell’incidente avvenuto nel 2017 e che ha sconvolto un’intera comunità.

Incidente in giostra: il bimbo era seduto su un sedile per adulti

L’incidente è accaduto al carnevale del Rye Easter Carnival di Melbourne, in Australia. Eugene Mahuraiki, 6 anni, adorava il Cha Cha (in inglese si chiama Twist), una giostra simile ad un ottovolante. Il piccolo era in fila insieme con un altro bambino e, ai controlli, è risultato alto per la sua età. Eugene era infatti alto un metro e trenta, una misura piuttosto grande per un bambino della sua età. Per questo motivo è stato collocato in un posto “esterno”, generalmente dedicato agli adulti o ai ragazzi più grandi. Al momento della partenza della giostra, il bimbo è scivolato fuori dal sedile rimanendo aggrappato alla cabina per un po’. Alcuni testimoni hanno riferito che l’attrazione stava girando più velocemente di altre occasioni. Il bambino ha perso la presa e ha poi sbattuto la testa. Il soccorso immediato e il trasporto in ospedale sono stati tutti inutili. Il macchinario che lo teneva in vita è stato disattivato il 21 aprile 2017. L’incidente è avvenuto sotto gli occhi dei genitori di Eugene.

“Il Cha Cha è un esempio di molte di quelle giostre che sono divertenti perché percepite come pericolose” ha detto un avvocato che assisteva il medico legale del caso. L’avvocato ha anche aggiunto che i genitori lasciano spesso i bambini da soli su queste giostre perché “C’è un’aspettativa generale che la giostra sia funzionante, sicura e che il personale che gestisce le macchine sia addestrato”.

LEGGI ANCHE: