Bimbo dimenticato in auto, Codacons: evitabile, 9 morti in 10 anni

Red/Sav

Roma, 20 set. (askanews) - Una morte evitabile sulla quale lo Stato Italiano ha una responsabilità morale diretta. Lo afferma il Codacons, commentando il decesso ieri a Catania di un bimbo di due anni dimenticato in auto dal padre.

"Non può non ravvedersi un nesso tra quanto accaduto ieri e i gravi ritardi nell'introduzione dell'obbligo dei seggiolini anti-abbandono sulle auto - afferma il presidente Carlo Rienzi - Se fossero stati emanati a tempo debito i decreti attuativi della norma, forse oggi questa ennesima tragedia si sarebbe potuta evitare. L'Italia è colpevole di un grave ritardo in materia: 9 bambini morti negli ultimi 10 anni perché dimenticati in auto dai genitori, e nonostante gli allarmi lanciati a più riprese ad oggi non esiste alcun sistema in vigore per salvare la vita dei bambini. Per questo riteniamo lo Stato Italiano moralmente responsabile per la tragedia di ieri a Catania".

"Tutto ciò avviene mentre già da anni alle case automobilistiche è stato proposto dal Codacons un software da montare sulle auto in grado non solo di avvisare il guidatore circa la presenza di bambini o cani sui sedili posteriori, ma anche di attivare in modo automatico il sistema di climatizzazione della vettura in caso di emergenza, garantendo così la possibilità di respirazione anche in condizioni estreme", conclude l'associazione.