Bimbo investito a Milano: investitore 72enne aveva patente revocata

·1 minuto per la lettura
Incidente Paderno Dugnano
Incidente Paderno Dugnano

Un uomo di 72 anni alla guida di un'auto ha sfondato una recinzione precipitando per qualche metro nel parco sottostante investendo un bambino di 3 anni, che versa ora in gravi condizioni. L'anziano al volante, secondo quanto ricostruito dai carabinieri, aveva la patente ritirata e l'auto sotto sequestro. 

Questo contenuto non è disponibile a causa delle tue preferenze per la privacy.
Per visualizzarlo, aggiorna qui le impostazioni.

L'incidente è accaduto nel Parco Cava Nord di Paderno Dugnano, a Milano. Il piccolo stava passeggiando con i genitori, una coppia di origine sudamericana, quando è stato travolto dall'auto. I genitori ne sono usciti illesi, mentre il bambino è stato portato in codice rosso all'ospedale di Bergamo con l'elisoccorso.

GUARDA ANCHE: Funivia Mottarone, procuratore: "Fermati confidavano in buona sorte"

A rimanere ferito anche l’anziano alla guida, ora intubato al Niguarda di Milano. L’uomo al volante era senza patente perché a maggio aveva causato un incidente a Milano con tre pedoni coinvolti e gli era stata revocata.

Sono in corso gli accertamenti per chiarire la dinamica dell'accaduto, ma secondo una prima ricostruzione, il 72enne avrebbe perso il controllo del mezzo, forse per un malore. L’uomo è stato indagato per lesioni stradali gravissime e guida senza patente.

GUARDA ANCHE: Tiger Woods dopo l’incidente shock: «L’obiettivo è tornare a camminare»