Bimbo investito a Brescia, fermata 22enne

webinfo@adnkronos.com

Fermata dai carabinieri una ragazza di 22 anni per l’incidente avvenuto ieri a Brescia dove un’auto ha investito un bambino di due anni a Coccaglio, in provincia di Brescia. Il bimbo, mentre si trovava nel passeggino spinto dalla mamma, nell'impatto è stato sbalzato fuori e ha riportato un trauma cranico causando il ricovero in condizioni gravissime all'ospedale di Bergamo. Chi lo ha investito, è scappato senza fermarsi.  

L'indagine per trovare la persona che ha investito il bimbo è stata rapidissima. La polizia locale si è messa al lavoro scandagliando i rilevatori di targhe e le telecamere della zona fino a rintracciare l'auto coinvolta nell'impatto e a rilevarne i segni causati dall'incidente.  

Polizia e carabinieri sono andati a prendere la ragazza all'uscita dal posto di lavoro, a tarda sera. Per lei l'accusa di omissione di soccorso, lesioni, fuga da incidente e già in mattinata dovrebbe tenersi l'udienza in tribunale. ''Abbiamo lavorato senza sosta -dice all'Adnkronos Luca Ferrari comandante della polizia locale di Coccaglio e Cologne- e alla fine grazie all'impegno di tutto il corpo così come alla buona copertura sul territorio del rilevatore di targhe l'abbiamo individuata. La soddisfazione è enorme e il caso è stato risolto in tempi veramente brevi''.