Bimbo investito nel Milanese: conducente non aveva la patente

·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 3 giu. (askanews) - Non aveva mai conseguito la patente e guidava un'auto sotto sequestro e priva di assicurazione il 72enne pluripregiudicato residente a Milano che intorno a mezzogiorno di mercoledì 2 giugno ha travolto un bimbo di tre anni nel "Parco Lago" di Paderno Dugnano, nel Milanese. E' quanto risulta dagli accertamenti svolti dai carabinieri della Compagnia di Sesto San Giovanni (Milano) che stanno svolgendo le indagini sul drammatico incidente, coordinati dalla procura di Monza.

Ieri mattina il 72enne ha guidato la sua Ford Focus lungo la pista ciclabile vietata alle auto, quando ha probabilmente perso il controllo del mezzo, sfondando una recinzione e finendo sulla sottostante scalinata e infine, dopo un volo di circa tre metri, sulle sponde di un laghetto artificiale dove si trovava il piccolo insieme con genitori di origini sudamericane residenti a Milano.

Il 72enne, ora ricoverato all'ospedale Niguarda, è indagato per lesioni stradali gravissime e guida senza patente. Il reato di utilizzo di cose sottoposte a sequestro non gli è stato infatti contestato perché gli era già stato attribuito dalla polizia locale lo scorso 5 maggio a Milano, dopo un altro incidente.

Le condizioni del bimbo, che ieri era stato trasportato con l'elisoccorso all'ospedale Papa Giovanni XXIII di Bergamo, rimangono gravissime e la prognosi riservata.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli