**Bimbo ritrovato: messaggio dei genitori al bar, 'Grazie a tutti'**

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

Firenze, 27 giu. – (Adnkronos) – "Grazie a tutti!" Per ora la festa in paese è solo rimandata ma intanto Leonardo Tanturli e la moglie Giuseppina Paladino, genitori del piccolo Nicola, il bimbo di 21 mesi ritrovato mercoledì 23 giugno nei boschi dell'Alto Mugello, dove era scomparso per 36 ore, hanno inviato un messaggio di gratitudine alla comunità di Palazzuolo sul Senio (Firenze) e a tutti i soccorritori che hanno partecipato alle ricerche del piccolo. Con un grazio speciale al sindaco Gian Piero Philip Moschetti, il comandante della stazione dei carabinieri, il maresciallo Antonio Porfida, e al parroco, don Alessandro Marsili.

Non usando i social, il padre e la madre di Nicola hanno consegnato messaggio al bar 'Quadalto', il primo locale pubblico che si trova più vicino al loro casolare sperduto nelle campagne.

Si legge nel testo: "Il bar di Quadalto è stato contattato dai genitori. Ci hanno chiesto di pubblicare il ringraziamento più sentito a tutte le istituzioni e a tutte le persone che si sono prodigate per ritrovare il loro piccolo. In particolare ringraziano il sindaco Phil, il comandante Porfida, il parroco don Alessandro, che alla notizia del ritrovamento di Nicola ha suonato le campane e tutto il paese si è commosso perché ha capito che il piccolo era salvo. Vogliono ringraziare i cittadini di Palazzuolo e dei comuni limitrofi per l'eccezionale partecipazione veramente commovente". Quanto alla festa che i genitori volevano organizzare in paese per ringraziare di persona tutti per l'aiuto ricevuto, Leonardo e Giuseppina hanno deciso di spostarla più avanti nel tempo per far scemare l'eco mediatica che ha coinvolto la loro famiglia.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli