Bimbo scomparso e ritrovato, il papà: "Forse ha preso la via sbagliata per il buio"

·2 minuto per la lettura
Nicola Tanturli padre
Nicola Tanturli padre

Il padre di Nicola Tanturli, il bimbo scomparso nel Mugello e ritrovato vivo in una scarpata dopo un giorno e mezzo, ha provato a ricostruire cosa possa essere successo nelle 35 ore in cui il figlio è stato lontano da casa. La sua ipotesi è che, non vedendo lui e la madre, sia uscito per cercarli per poi sbagliare la strada di ritorno a causa del buio.

GUARDA ANCHE IL VIDEO: Bimbo scomparso nel Mugello, arriva la notizia che tutti aspettavano. Nicola è vivo!

Nicola Tanturli: parla il padre

Penso sia sceso per il paese invece di salire verso casa“, ha affermato Leonardo nel corso di Quarto Grado. L’uomo ha poi spiegato che lui e la madre lo hanno cercato sin da subito non appena si sono accorti che non era più nel letto allargando di un centinaio di metri il raggio intorno alla casa.

Dapprima solo io e la mamma, la mia compagna, poi, dall’alba, abbiamo coinvolto anche i vicini“, ha spiegato per poi sottolineare come il figlio fosse abituato a camminare tra la natura. “Cammina con noi, cammina da mesi. La cosa nuova è che è riuscito ad aprirsi la porta da pochissimi giorni, quindi noi non ci eravamo ancora tarati“, ha aggiunto.

Dopo un paio d’ore dalla scomparsa, ha continuato, l’ha sentito, ma senza riuscire a trovarlo: “Abbiamo fatto rumore con le pentole, abbiamo gridato, ma niente. A quel punto abbiamo avuto paura“.

Nicola Tanturli, il padre: “Pensavamo si fosse addormentato vicino a casa”

Un un’intervista rilasciata qualche ora prima al Corriere della Sera, Leonardo ha riconosciuto di aver sbagliato ad aspettare il mattino per dare l’allarme. “Eravamo molto preoccupati ma conosco bene la zona. Io e la mia compagna pensavamo di riuscire a trovarlo presto“, ha dichiarato.

Non riuscendo a rintracciarlo, dopo diverse ore che lo chiamavano e non rispondeva ha pensato che si fosse addormentato vicino a casa: “Così abbiamo pensato che all’alba si sarebbe svegliato e lo avremmo ritrovato“. Non essendo andata così, si è dunque rivolto al 112.

Nicola Tanturli, il padre: “Non si era mai spinto così in là”

Il padre di Nicola ha infine sottolineato che per il piccolo era la prima volta che si allontanava così tanto. Vivendo in campagna è abituato a camminare in autonomia e a volte, quando si sveglia la mattina presto, raggiunge da solo i genitori nel recinto nella capre. “Ma non si era mai spinto così in là“, ha riconosciuto.

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli