Bimbo segue la didattica a distanza dall'edicola della madre

·1 minuto per la lettura
DAD
DAD

Un bambino delle elementari è costretto a seguire la Dad dall’edicola della mamma. Accade a Forlì. Il piccolo ascolta le lezioni tramite un tablet appoggiato sul bancone del negozio. Accanto a lui c’è la mamma che vende le riviste ai clienti. Fuori dall’edicola c’è un cartello che recita: “Silenzio, sono a scuola”. La madre del bambino, intervistata al Resto del Carlino, ha dichiarato: “Per noi è stata l’unica soluzione possibile”. La signora ha spiegato: “Il papà fa il magazziniere e la mattina è sempre impegnato”.

Forlì, Dad dall’edicola della mamma

A Forlì un bambino segue la didattica a distanza dall’edicola della mamma. Mentre lei lavora, lui ascolta le spiegazioni della maestra. La madre del piccolo ha spiegato che non avevano altra scelta dato che anche il padre lavora e che “anche l’eventualità di lasciare il bimbo a casa dei nonni non poteva funzionare perché a volte succede che sopravvenga qualche problema tecnico e risolverlo non è facile nemmeno per me, figuriamoci per persone over 80: non potrebbero far altro che entrare e uscire dal programma e spesso non è sufficiente”.

Retro dell’edicola diventa piccola aula

Vista la situazione, il retro dell’edicola si è trasformata in una piccola aula. La mamma del bambino ha raccontato: “Ho oscurato il vetro con qualche manifestino”. Un atto dovuto data la possibilità del figlioletto di distrarsi. In seguito è stato “predisposto un panchetto comodo e alla porta abbiamo attaccato un cartello”. Il cartello in questione invita i clienti a non disturbare la didattica a distanza del bambino