Bindi: Bachelet uomo giusto, io come centurione romano

Bla

Roma, 12 feb. (askanews) - "Mi riconosco nel centurione romano che ai piedi della croce esclama 'veramente quest'uomo era giusto'". Lo ha detto Rosy Bindi intervenendo al Plenum straordinario del Csm in occasione del 40mo anniversario dell'assassinio di Vittorio Bachelet, all'università La Sapienza, per mano delle Brigate Rosse. Al momento dell'attentato Bindi si trovava con l'ex vice presidente del Csm ed è stata "testimone del tragico momento della sua morte", ha ricordato oggi.

"Alle istituzioni repubblicane Bachelet ha dato la vita, per la democrazia e non si è limitato alla militanza, ma ha accettato di versare il suo sangue", ha sottolineato Bindi che tornava per la prima volta a Palazzo dei Marescialli dopo 40 anni.