Bini (Fvg) inaugura macchina a controllo numerico a Ipsia Codroipo -2-

Red/Cro/Bla

Roma, 25 gen. (askanews) - Ad illustrare la forte integrazione tra tessuto produttivo, scuola e istituzioni sono stati la dirigente dell'ISIS Maddalena Venzo, il sindaco di Codroipo Fabio Marchetti e il titolare dell'azienda Pmp-Promec di Coseano Luigino Pozzo, impresa che grazie al protocollo siglato con l'amministrazione comunale promuove l'interazione della sezione Manutentori elaborando una serie di attività formative mirate.

"Avete centrato il grande nodo che le imprese si trovano ad affrontare, ovvero la mancanza di tecnici qualificati" ha sottolineato Bini, toccando nel suo intervento i temi dell'allineamento tra i percorsi formativi e le esigenze delle imprese, la quantità di risorse investite a favore del futuro professionale dei giovani.

"Viviamo in un Paese dove purtroppo - ha aggiunto Bini - al futuro dei giovani si pensa poco e per questo rischia la desertificazione di talenti e di imprese. Basti solo un confronto con la Germania che, assieme all'Italia, è sul podio delle manifatture d'Europa: le scuole tedesche formano 800 mila tecnici qualificati all'anno, noi 10mila, una differenza abissale. La Regione Fvg va in controtendenza ed è una di quelle che sta investendo di più sulla formazione, con oltre 20 milioni di euro di risorse all'anno e un continuo confronto con il mondo del lavoro per allineare la domanda con l'offerta".

(Segue)