Bini (Fvg): modifiche legge Sabatini per aiutare imprese

Fdm
·1 minuto per la lettura

Trieste, 13 nov. (askanews) - "Con le nuove modifiche al regolamento della cosiddetta Legge Sabatini Fvg sosteniamo in modo ancora più incisivo le imprese della regione colpite duramente dalla pandemia causata dal Covid-19. Le nostre aziende hanno bisogno di un aiuto concreto che, con questo provvedimento, si traduce in una importante riduzione dei costi finanziari". Lo afferma l'assessore alle Attività produttive del Friuli Venezia Giulia, Sergio Emidio Bini, dopo l'approvazione da parte della Giunta regionale della delibera che dà attuazione a quanto previsto dalla legge regionale 11/2020 in materia di agevolazioni alle imprese per l'acquisto tramite mutuo o leasing di macchinari e attrezzature. "In particolare - spiega Bini - con queste modifiche ampliamo la categoria dei beni finanziabili, estendendo le agevolazioni, oltre ai macchinari e alle attrezzature, anche all'acquisto di impianti, veicoli targati e ogni altro bene strumentale, nonché di hardware, software e tecnologie digitali, destinati alla produzione nelle sedi delle imprese situate in Friuli Venezia Giulia". "Vengono ammessi, inoltre, anche i beni usati, nel caso in cui - precisa l'assessore - vengano soddisfatte alcune specifiche condizioni di trasparenza come la congruità dei costi attestata da una perizia di stima redatta da un esperto indipendente". "Abbiamo infine aumentato l'intensità del contributo, che - afferma Bini - passa dal 6% al 10% per spese ammissibili fino a 500mila euro, dal 5,5% al 7,5% per quelle fino a 2,5 milioni di euro, mentre è mantenuto il 5% per i costi ammissibili fino a 5 milioni di euro".