Biografilm Festival, annunciati i progetti selezionati di Bio to B

Image from askanews web site
Image from askanews web site

Roma, 26 mag. (askanews) - Si terrà dal 15 al 18 giugno a Bologna presso il Dams Lab "Bio to B - Industry Day", l'appuntamento annuale che Biografilm Festival dedica al networking business to business tra professionisti dell'audiovisivo con l'obiettivo di promuovere e supportare le produzioni italiane ed europee di documentari character driven, docuserie e biopic. Tre giornate in cui produttori, distributori, broadcaster, piattaforme, autori, associazioni di categoria e professionisti del settore hanno l'opportunità di aggiornarsi e confrontarsi con le realtà produttive, distributive e divulgative più rilevanti d'Europa.

Cuore dell'evento, il pitching forum durante il quale i progetti selezionati vengono presentati e discussi con una platea di decision maker internazionali, tra i più influenti attori del settore. La selezione si compone quest'anno di 18 progetti di documentari e docuserie, scelti tra più di ottanta candidature pervenute attraverso una call pubblica. La presenza, per la prima volta, di tre progetti di serie documentarie offre una finestra sui progetti più richiesti da televisioni e piattaforme. Sono 12 i progetti completamente inediti, che saranno presentati per la prima volta a un mercato.

"Siamo molto contenti dei 18 progetti selezionati e delle realtà creative e produttive che ce li racconteranno. Attraverso i loro pitch, avremo il privilegio di ascoltare storie vere, uniche e affascinanti che ci porteranno in un viaggio attraverso tanti diversi territori: dallo sport ai temi ambientali, dalla grande fotografia alla danza, dalla storia recente fino alle più attuali tematiche sociali" ha dichiarato Guido Casali, responsabile della programmazione Bio to B.

Tra i decision maker già confermati: Maya Barenstein Sales Executive - Coproduction Office; Anna Berthollet CEO, Sale and Acquisitions - LIGHTDOX; Michaela Cajkova Sales agent | Sales & acquisitions - Filmotor; Arianna Castoldi Head of Documentary Sales - Mediawan Rights; Silvia De Felice Commissioning Editor - Rai S.p.a. - Direzione Cultura ed Educational; Aleksandra Derewienko Sales & Acquisition - CAT&Docs; Martina Droandi Sales and Acquisitions - Autlook Filmsales GmbH; Giorgia Fassiano Digital Platforms Coordination - IWONDERFULL; Sara Ferrazza Documentary Production - Rai Cinema; Eniko Gyureskó Managing Director - Verzió International Human Rights Documentary Film Festival; Fabio Mancini Commissioning Editor - Rai Documentari; Laura Nicotra Documentary Production - Rai Cinema; Marion Schmidt Co-director - Documentary Association of Europe; Marco Spagnoli Deputy Director, Head of Unscripted - Mia Market: Dino Vannini Head of Documentary & Factual Channels - Sky Italia; Liselot Verbrugge CEO - Deckert Distribution.

Alcuni di loro saranno chiamati a assegnare il Bio to B Award 2022, che consiste in 1.000 euro e il prestigio di essere stati considerati i migliori dai più importanti distributori, sales agent, commissioning editors e rappresentanti delle maggiori televisioni e società audiovisive europee. La stessa giuria premierà inoltre il più interessante progetto di produzione emilianoromagnola con accrediti messi a disposizione da due prestigiosissimi festival partner come IDFA e FIPADOC. I due premi collaterali segnano una forte svolta politica in cui Bio to B Industry Days si mette in rete con i maggiori eventi italiani dedicati al cinema documentario: Mia Market e Visioni Incontra, settore industry del festival Visioni dal Mondo. Ciascuno dei due eventi premierà il progetto di Bio to B 2022 che ritiene più meritevole con la partecipazione al proprio mercato.

I progetti selezionati: Basilico - Infinity is Over There, di Stefano Santamato (Produzione: The Blink Fish, Italia); Before the End. The Last Days of Enrico Berlinguer, di Samuele Rossi (Produzione: Echisivi, Italia); Capelloni, di Pierpaolo Di Mejo (Produzione: 341 Productions, Italia); Fade Out, di Mattia Epifani (Produzione: Rodaggio Film, Italia); Fragments of a Life Loved, di Chloé Barreau (Produzione: Groenlandia, Italia); Healing Images, di Andrea Deaglio (Produzione: Malfè films, Italia); Honeydew, di Marco Bergonzi e Marco Petrolini (Produzione: Indyca, Fellonica Film, Italia/Svezia); Imola 1994, di Francesco Merini (Produzione: Mammut Film, Italia); Infinity - The world of Luigi Ghirri, di Matteo Parisini (Produzione: Ladoc, Italia); In Terram Australis, di Lamberto Mongiorgi (Produzione: Manufactory Productions, Italia); Landscapes of End, di Francesco Mattuzzi (Produzione: L'Eubage srl, Samarcanda Films, La Société des Apaches, Italia, Francia); Liber Paradisus - To Know To Be Free, di Dario Zanasi, Francesca Zerbetto (Produzione: Maxman Coop, Italia); Mauro Rostagno, di Giovanni Troilo (Produzione: Palomar, Italia); Mutant Bodies, di Walter Bencini (Produzione: Insekt Film, Sky Arte, Cinecittà Luce, Italia); Olhão Or Nothing, di Gabriele Micalizzi (Produzione: The House of & Dudes Originals, Italia); The Return of the Wolf, di Giovanni Esposito (Produzione: 20 Red Lights, Italia); Sindrome Italia, di Ettore Mengozzi (Produzione: Bloom Media House, East Movies, Italia, Romania); Sinners, di Anita Rivaroli (Produzione: Maremosso, Italia).

Il nostro obiettivo è creare un luogo sicuro e coinvolgente in cui gli utenti possano entrare in contatto per condividere interessi e passioni. Per migliorare l’esperienza della nostra community, sospendiamo temporaneamente i commenti sugli articoli