Biotech: nove progetti made in Italy a caccia di investitori (2)

·1 minuto per la lettura
default featured image 3 1200x900
default featured image 3 1200x900

(Adnkronos) – Quello delle startup e delle pmi biotech "è un ecosistema estremamente fertile: tante idee di valore e progetti che però spesso faticano a passare a una fase di crescita e consolidamento del proprio business. Misure stabili, incentivi per attrarre investimenti su piccole realtà nazionali, nascita di fondi per lo sviluppo del settore biotech, risorse e progetti per il trasferimento tecnologico sono i punti chiave per sostenere questo tessuto nazionale strategico che rappresenta l’80% delle imprese biotech nazionali. Oggi grazie alle risorse messe in campo dal Fondo Next generation Eu questa strada appare sempre più percorribile e le prime iniziative, da Cdp Venture a EneaTech già lo dimostrano".

Nell’attuale contesto post-pandemico, "la salute e la sostenibilità ambientale stanno assumendo, a livello globale, un ruolo fondamentale per la ripartenza e la costruzione del futuro”, sottolinea Guido de Vecchi, Direttore Generale Intesa Sanpaolo innovation Center. “"a 12 anni Intesa Sanpaolo Innovation Center è motore e promotore di BioInItaly Investment Forum, a supporto delle iniziative imprenditoriali nell’ambito della delle Scienze della Vita e della BioEconomia Circolare. Quest’anno le startup e le pmi italiane da noi selezionate hanno candidato progetti di livello internazionale che, grazie anche alle nostre relazioni sui maggiori mercati di capitali, hanno attratto una platea di grandi aziende e oltre 200 investitori da numerosi Paesi”.