Birmania, liberati 6 dei 12 operatori umanitari fermati a giugno

Ginevra (Svizzera), 22 ago. (LaPresse/AP) - Sono stati rilasciati almeno sei dei 12 operatori umanitari di Medici senza frontiere (Msf), Alto commissariato delle Nazioni unite per i rifugiati (Unchr) e Programma alimentare mondiale (Wfp) fermati a giugno in Birmania. Msf riferisce che quattro dei sei membri detenuti sono stati liberati assieme a due dei quattro operatori dell'Unhcr, questi ultimi tutti di nazionalità birmana. Il Wfp non ha invece fornito dettagli sui propri cooperanti. I 12 erano stati fermati dalle autorità birmane nel Rakhine, area dell'ovest in stato di emergenza per gli scontri etnici.

Ricerca

Le notizie del giorno