Biscardini: in 221 mld del Recovery 200 mln per Navigli ci stanno

Red
·1 minuto per la lettura
Image from askanews web site
Image from askanews web site

Milano, 23 apr. (askanews) - "Su 221 miliardi complessivi del Recovery plan e 57 miliardi per gli interventi nel settore ambientale, un contributo di 200 o 300 milioni per la partecipazione dello Stato alla riapertura dei Navigli, ci potrebbe assolutamente stare". Lo ha sottolineato in una nota Roberto Biscardini, presidente dell'Associazione Riaprire i Navigli, che si batte per la ripertura della Cerchi interna di canali che attraversavano Milano fino all'inizio del Novecento.

"È da anni che cerchiamo di far capire a tutti, a partire dal comune di Milano, che il progetto di riapertura dei Navigli rappresenta il più interessante progetto ambientale ed ecologico che l'Italia può presentare al mondo nei prossimi anni. Un progetto destinato a realizzare la più interessante rigenerazione urbana delle città" ha aggiunto.

"Un progetto, tra passato e futuro, destinato a sviluppare ricadute economiche e lavorative per l'intera regione ben maggiori del costo di realizzazione. Lo sanno bene a Bruxelles, pronti a sostenere anche in Italia investimenti di riqualificazione urbana legati all'acqua e allo sviluppo della navigazione interna, ma i progetti vanno sostenuti" ha concluso Biscardini.